CRIOCHIRURGIA

Tecnica oggi largamente utilizzata in dermatologia, la criochirurgia consiste nell’applicazione di azoto liquido a bassissime temperature (-196°C) su tessuti malati o anomali, determinandone la necrosi cellulare per congelamento. Questa metodologia offre la possibilità di trattare la lesione in assenza di anestetico locale: il freddo riduce sensibilmente la percezione del dolore, con minimi disagi da parte del paziente.

Tra le patologie trattate con la criochirurgia:
  • lentigo semplici o solari;
  • verruche volgari e seborroiche;
  • verruche plantari e periungueali;
  • condilomi acuminati della zona genitale e anale;
  • cheratosi attiniche del volto e della testa (precancerosi attinica).
cheratosi attinica
verruca
trattamento verruche

Per richiedere maggiori informazioni o fissare un consulto, contatta ora lo studio del Dr. Massimo Marrazza chiamando i numeri 06.39735285 / 06.39738188 (dalle 15:00 alle 19:30) oppure scrivendo a massimomarrazza14@gmail.com

Share by: